Fiano di Avellino DOCG Villa Raiano

111.61

Categorie: , Tag:

Descrizione


Scheda Tecnica Fiano di Avellino DOCG Tipologia: Vino bianco. Denominazione: Fiano di Avellino Docg – Dop. Vitigno: Fiano 100%. Prima annata prodotta: 1996. Provenienza delle uve: Candida (AV), Lapio (AV), San Michele di Serino (AV), Montefredane (AV). Altitudine dei vigneti: 450 m. slm per i vigneti di Candida e Montefredane, 600 m. slm per i vigneti di Lapio e San Michele di Serino. Sistema di allevamento: controspalliera – guyot. Densità degli impianti: 4500 ceppi per ettaro. Resa per ettaro: 80 quintali ad ettaro. Caratteristiche del suolo: argilloso calcareo, marnoso argilloso, limoso sabbioso. Epoca di vendemmia: prima settimana di ottobre. Vinificazione: decantazione statica del mosto dopo pressatura soffice dei grappoli interi; inoculo con lieviti selezionati sul limpido, fermentazione ed affinamento in acciaio. Materiale delle vasche di fermentazione: acciaio Inox. Temperatura di fermentazione: 16°C. Epoca di imbottigliamento: Seconda settimana del mese di febbraio successivo alla vendemmia. Note di degustazione Fiano di Avellino DOCG Colore: Giallo paglierino intarsiato da riflessi verdognoli. Naso: Austero e gentile. Profumi di menta, salvia e pesca bianca; seguono sensazioni di cioccolato bianco e agrumi: una marcata componente minerale via via compare nel vino. Palato: Il palato è fine, non troppo voluminoso ma pieno e appagante. Una bella acidità ne esalta la freschezza. Finale di grande sapidità con il ritorno di dense note floreali e mentolate. Abbinamenti consigliati: ideale con fritture di pesce azzurro e semplici antipasti freschi. Piatti da abbinare: Pesce al sale; minestra di pesce; pasta con ragù di tonno; frittata di acciughe; moscardini affogati; spaghetti con sugo di triglie.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Fiano di Avellino DOCG Villa Raiano”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *